Rilancio delle fiere storico-artistiche

Sistema fieristico e settore turistico  intendono contribuire insieme al rilancio dell’economia italiana, valorizzando le sinergie tra città e aree espositive ad elevato interesse storico e artistico: questo quanto previsto dal programma 2013 di Aefi – Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, nell’ambito della sua mission di promozione e valorizzazione del sistema fieristico nazionale. Il recupero di edifici di interesse storico ed architettonico mirato alla loro riconversione in spazi espositivi rappresenta un immenso valore aggiunto per il sistema fieristico, che riveste un ruolo chiave proprio nel sostegno alle imprese e alla competitività del Paese, oltre a essere un’importante opportunità per la promozione delle manifestazioni all’estero.“Venezia, Firenze e Napoli ospitano tre poli fieristici di riconosciuto interesse culturale e architettonico, armonicamente inseriti nei rispettivi centri storici dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, che hanno saputo fare di questo forte richiamo storico e turistico un veicolo importante di comunicazione e marketing per le proprie manifestazioni e l’intera città. Attraverso la costruzione di calendari fieristici dedicati alla promozione di arte, cultura e passioni tipicamente italiane come la moda, la nautica e il volo, e investendo per trasformarsi in spazi polifunzionali sempre più avanzati e dotati di efficienti servizi di accoglienza, rappresentano tre esempi eccellenti del contributo che le fiere possono apportare alla promozione e alla valorizzazione del made in Italy e del territorio intercettando importanti flussi turistici.” commenta Ettore Riello, presidente di Aefi.

Questo inserimento è stato pubblicato in Comunicazioni e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • Categorie

  • Archivio

  • Link RSS