Lotta al fumo: gli italiani bocciano la direttiva EU

Secondo una ricerca del Censis commissionata da Philip Morris Italia  la nuova “direttiva tabacco”, in via di approvazione a Bruxelles, non piace agli italiani. L’80,3% della popolazione pensa infatti che l’introduzione dei pacchetti generici, previsti dalle nuove disposizioni, del tutto simili tra loro per forma, colori e dimensioni, sarebbe “poco” o “per nulla” efficace. Il 75,6% la pensa allo stesso modo sull ’abolizione dei pacchetti da dieci sigarette. Il 74,8% ritiene che vietare le “slim”, le sigarette più sottili, non funzionerebbe da deterrente. Il 70,7% ha perplessità anche sul divieto di vendita di sigarette aromatizzate, come quelle al mentolo. E il 70,2% è convinto che coprire quasi l’intero pacchetto con immagini shock non allontanerebbe dal fumo. Secondo il 58,5% della popolazione, tutti questi provvedimenti rischiano invece di alimentare il mercato della contraffazione dei prodotti del tabacco e del contrabbando delle sigarette, soprattutto in un momento di ristrettezze economiche come quello attuale.

Questo inserimento è stato pubblicato in Salute e il tag , , . Metti un segnalibro su permalink. Sia i commenti che i trackback sono chiusi.
  • Categorie

  • Archivio

  • Link RSS